Home
Breaking news
FONTE: MF - DJ NEWS
19:3015-12-2017
L'agenda della prossima settimana
19:3015-12-2017
Mercati: i dati macro italiani ed esteri della prossima settimana
18:3815-12-2017
Wall Street: nuovi record, Trump fiducioso su riforma fiscale
17:5315-12-2017
BORSA: commento di chiusura
16:5615-12-2017
STORIE DI BORSA: Poste I. +3,52%, analisti apprezzano accordo Cdp
16:4415-12-2017
WALL STREET: in rialzo con S&P record, Trump fiducioso su riforma fiscale
16:0315-12-2017
BORSA: Ftse Mib debole con banche, WS positiva
15:4515-12-2017
Wall Street: in rialzo, occhi puntati su riforma fiscale
14:5915-12-2017
BORSA: p.Affari in lieve calo, Poste/Mediaset in positivo
14:3815-12-2017
STORIE DI BORSA: Ferragamo -7,35%, non raggiungerá target piano
12:4515-12-2017
BORSA: Milano resta in calo, Poste I. in controtendenza
16:5315-12-2017
MARKET TALK: Vinci riceverà impulso da Grand Paris Express
10:4715-12-2017
BORSA: Ftse Mib resta in trend laterale, banche deboli
10:2915-12-2017
STORIE DI BORSA: S.Ferragamo -8,24% dopo Profit warning
10:5515-12-2017
MARKET TALK: deal Deutsche Telekom/Tele2 non smuoverà mercato bond
09:2915-12-2017
MARKET TALK: attesa volatilità su mercati per giorno delle 4 streghe
09:2315-12-2017
BORSA: Ftse Mib -0,57%, forti vendite su S.Ferragamo
09:1015-12-2017
MARKET TALK: attesa ancora debolezza Borse Usa in seduta odierna
19:3015-12-2017
L'agenda della prossima settimana
   MILANO (MF-DJ)--Questi gli appuntamenti economici, finanziari e politici piú rilevanti della prossima
settimana:

  Sabato 16 dicembre
  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  Roma     17h00 Inaugurazione della mostra 'Dalla strada allo studio' di
                 Serafino Giacone, 50 scatti che raccontano attraverso il
                 ritratto, istanti di vita quotidiana o evocano
                 suggestioni di paesi lontani. Presso lo Spazio Cerere in
                 Via degli Ausoni 3

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --





  Domenica 17 dicembre
  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  --

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --





  Lunedì 18 dicembre
  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  Milano   08h30 Presentazione del nuovo FTSE Italia Brands Index. Borsa
                 Italiana, Piazza degli Affari 6

  Siena    09h30 Assemblea dei soci B.Mps. Viale Mazzini 23

  Milano   10h30 Evento dal titolo 'Attività energetiche. La sicurezza
                 come hub per l'innovazione tecnologica', un confronto
                 tra comunità accademica, enti di ricerca italiani,
                 aziende leader del settore energetico e Forze Armate
                 sulle opportunità garantite dalla ricerca e
                 dall'innovazione tecnologica per la sicurezza non solo
                 ambientale delle attività energetiche. Ambrosianeum
                 Fondazione Culturale - Sala Falck, Via delle Ore 3

  Roma     10h30 'Oltre la guerra del grano: ecco le proposte concrete
                 che uniscono la filiera della pasta'; il mondo agricolo
                 e l'industria molitoria e pastaria si incontrano per
                 discutere di proposte concrete che uniscono la filiera
                 della pasta, oltre la guerra del grano. Presso l'Hotel
                 NH Collection di Piazza dei Cinquecento a Roma (Stazione
                 Termini)

  Roma     10h45 Rai - (Via Asiago, 10) Un ensemble per la cultura Rai e
                 Mibact per l'Anno Europeo del Patrimonio Culturale.
                 Intervengono Monica Maggioni Presidente Rai; Dario
                 Franceschini Ministro dei Beni e delle Attività
                 Culturali; Sandro Gozi sottosegretario alla Presidenza
                 del Consiglio dei Ministri con delega agli Affari
                 Europei; Beatrice Covassi - Capo della Rappresentanza in
                 Italia della Commissione Europea 

  Milano   11h00 Intesa Sanpaolo invita la stampa alla visita natalizia
                 delle mostre 'Tiziano. Sacra conversazione' presso
                 Palazzo Marino e 'L'ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi
                 maestri' presso le Gallerie d'Italia, piazza Scala 6

  Milano   11h00 Presso l'Istituto comprensivo Rinnovata Pizzigoni (via
                 Castellino da Castello 10), presentazione nazionale
                 delle mense biologiche scolastiche certificate.
                 Intervengono il Ministro delle Politiche Agricole
                 Alimentari e Forestali Maurizio Martina e il Sindaco
                 Giuseppe Sala. 

  Roma     11h00 Enpam-Eurispes presentazione 1°Rapporto sul Sistema
                 Sanitario italiano (Lungotevere Ripa, 1) con il
                 Presidente dell'Enpam Alberto Oliveti, il Presidente
                 dell'Eurispes Gian Maria Fara, il Ministro della Salute,
                 Beatrice Lorenzin 

  Roma     11h00 Commissione banche - audizione di Pier Carlo Padoan,
                 Ministro dell'economia e delle finanze

  Grassobbio 11h30 Il Presidente di Sacbo, Roberto Bruni, incontra i
                 giornalisti e operatori dell'informazione per il
                 tradizionale scambio di auguri e fare il punto su
                 consuntivo annuale e programmi futuri. Presso gli uffici
                 direzionali in via Orio al Serio 49 

  Milano   12h00 Boeing - Neos: conferenza 787 Dreamliner. Presso
                 l'Aeroporto di Malpensa

  Milano   12h00 Conferenza stampa Atm. Presso il deposito di San Donato
                 al capolinea M3, via Impastato 27

  Milano   12h30 Press lunch sui temi del lavoro in occasione dei 20 anni
                 di Manpower e della nascita delle agenzie del Lavoro.
                 Intervengono Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e
                 delle Politiche Sociali; Stefano Scabbio, Presidente
                 Area Mediterranea, Nord ed Est Europa, ManpowerGroup;
                 Luca Solari, Docente di Organizzazione aziendale,
                 Università degli Studi di Milano; Pietro Ichino - Membro
                 della 11ª Commissione Lavoro, previdenza sociale -
                 Senato della Repubblica; Filippo Di Gregorio, Human
                 Resources Director, Dallara; Costanza Ramorino, Vice
                 Presidente Valore D. Auditorium ManpowerGroup, Via
                 Rossini 6/8

  Milano   14h30 Al Piccolo Teatro Strehler, in Largo Greppi 1, si
                 svolgerà la cerimonia di consegna degli attestati della
                 Civica benemerenza alle oltre 400 persone impegnate dal
                 Comune di Milano nella missione al Comune di Amatrice.
                 Nel corso della cerimonia sarà proiettato un filmato che
                 testimonia l'impegno, la fatica, il coraggio e la
                 passione che tutti i premiati hanno messo in questa
                 missione. Sono presenti il Sindaco di Milano Giuseppe
                 Sala, il presidente del Consiglio Comunale Lamberto
                 Bertolè, l'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza e il
                 comandante della Polizia Locale Marco Ciacci. 

  Roma     16h00 Proiezione del documentario 'Clownin' Kabul', di Stefano
                 Moser ed Enzo Balistrieri. Seguirà un dibattito
                 incentrato sul significato al giorno d'oggi
                 dell'articolo 11 della nostra Costituzione 'l'Italia
                 ripudia la guerra' al quale parteciperanno i deputati
                 del MoVimento 5 Stelle Gianluca Rizzo e Marialucia
                 Lorefice, il giornalista Giulietto Chiesa, Leonardo
                 Spina (presidente dell'iatituto Homo Ridens). Presso la
                 Sala Tatarella, Camera dei Deputati, via uffici del
                 vicari 21

  Milano   16h00 Rapporto ABI 2017 'Il Mercato del Lavoro nell'Industria
                 Finanziaria'. Partecipano: Eliano Omar Lodesani
                 Presidente del Comitato Affari Sindacali e del Lavoro di
                 ABI Gianfranco Torriero Vice Direttore Generale ABI. Via
                 Olona, 2

  Roma     18h00 Appuntamento Luiss 'L'Italia che cambia - Anteprima
                 2018'. A seguire Claudio Velardi Presidente FOR
                 intervista Marco Minniti Ministro dell'Interno. Villa
                 Blanc, Via Nomentana 216

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --





  Martedì 19 dicembre
  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  Verona         Evento 787 Dreamliner Neos. Presso Hangar Neos Aeroporto
                 di Verona

  Segrate  09h00 Presentazione alla stampa del 'Patto per il lavoro sud
                 est metropolitano'. Tra i presenti Giuliano Poletti,
                 Ministro del Lavoro e delle politiche sociali. Presso la
                 Sala consiliare del Comune di Segrate in via Primo
                 Maggio

  Milano   11h00 Conferenza stampa di Easyjetper approfondire insieme a
                 Frances Ouseley, Direttore di easyJet per l'Italia, il
                 piano investimenti 2018 della compagnia aerea nel nostro
                 Paese. Presso la Terrazza 12, Via Durini 28, c/o Brian &
                 Barry Building. 

  Milano   11h00 Presso la sede di via Filodrammatrici 3, l'Area Studi
                 Mediobanca presenta alle agenzie di stampa l'indagine
                 2017 sul settore editoriale.

  Roma     11h00 Cerimonia annuale dei collari d'oro, intervengono Paolo
                 Gentiloni, Luca Lotti, Giovanni Malagò (casa delle armi,
                 Foro Italico) in commissione banche audizione di Ignazio
                 Visco di Ignazio Visco, Governatore della Banca di
                 Italia.

  Milano   12h00 Intesa Sanpaolo invita la stampa alla preview della
                 mostra 'Omar Galliani. Intorno a Caravaggio'. Presso le
                 Gallerie d'Italia, piazza della Scala 6

  Morbegno 14h30 Assemblea dei soci presso il Polo Fieristico Provinciale         
                 via Passerini 7/8

  Roma     14h30 Presentazione del 4° Rapporto Eco-Media 2017 e
                 conferimento del premio Giornalisti per la
                 Sostenibilità. Oltre a Massimiliano Pontillo e Andrea
                 Caretta, Presidente Osservatorio di Pavia, intervengono
                 Mauro Libé, Consigliere di Amministrazione di ISPRA;
                 Enrico Giovannini, portavoce ASviS; Alfonso Pecoraro
                 Scanio, Presidente Fondazione UniVerde; Ferruccio De
                 Bortoli, Presidente Longanesi; Alfonso Cauteruccio,
                 Presidente Greenaccord; Marco Fratoddi, segretario
                 generale Federazione Italiana Media Ambientali. Sala
                 Stampa Estera in via dell'Umiltà 83/c

  Milano   14h30 Convegno su IFRS per settore Energia. Presso Deloitte
                 Greenhouse, Via Tortona 25

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --





  Mercoledì 20 dicembre
  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  Roma     09h00 Appuntamento Luiss 'III Conferenza del Territorio - Fare
                 città… nel futuro' organizzato dal Ministero delle
                 Infrastrutture e dei Trasporti alla presenza di Graziano
                 Delrio Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti;
                 Riccardo Nencini Vice Ministro delle Infrastrutture e
                 dei Trasporti; Gianni Vittorio Armani Presidente ANAS.
                 Sala delle Colonne, Viale Pola 12 

  Milano   09h00 Dibattito dal titolo 'Turismo 2030': uno studio
                 scientifico e accademico collettivo. Intervento del Vice
                 Presidente della Camera, Luigi Di Maio. Presso
                 Fondazione Stelline, Corso Magenta, 61

  Roma     10h30 Il presidente della Commissione bicamerale d'inchiesta
                 sul sistema bancario e finanziario, Pier Ferdinando
                 Casini, ha convocato in audizione l'ex ad di Unicredit,
                 Federico Ghizzoni

  Roma     12h00 Rai - (Viale Mazzini, 14) conferenza stampa di Monica
                 Maggioni, Presidente Rai e Roberta Pinotti, Ministro
                 della Difesa dopo la proiezione di 'Romanzo Famigliare'

  Roma     15h00 Il presidente della Commissione bicamerale d'inchiesta
                 sul sistema bancario e finanziario, Pier Ferdinando
                 Casini, ha convocato in audizione Ignazio Angeloni Bce

  Milano   15h00 Conferenza stampa 'Atm Full Electric'. Intervengono il
                 Sindaco di Milano e della Città Metropolitana Giuseppe
                 Sala, il Presidente Luca Bianchi e il Direttore Generale
                 Arrigo Giana. Saranno presenti anche l'Assessore alla
                 Mobilità e Ambiente Marco Granelli e l'Assessore a
                 Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran.
                 Foro Buonaparte 61

  Milano   20h00 'Assintel Christmas Pitch' workshop in cui 15 startup
                 socie potranno presentarsi alla rete Assintel e
                 approfittare della formazione fornita dall'associazione
                 grazie agli interventi di Raffaele Mauro, Managing
                 Director di Endeavor Italia, e Eleonora Chioda,
                 Caporedattore di Millionaire e co-autrice di Startup.
                 Presso Confcommercio Milano (Corso di Porta Venezia 47).

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --





  Giovedì 21 dicembre
  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  Roma     10h30 Banche - in Commissione audizioni dell'ex ad di
                 Unicredit e Vittorio Grilli, già direttore generale del
                 Tesoro, Vice Ministro e Ministro dell'economia e delle
                 finanze.

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --





  Venerdì 22 dicembre
  FINANZA
  --

  CDA
  --

  ASSEMBLEE
  --

  ECONOMIA POLITICA
  Roma     10h30 Banche - in Commissione audizione Flavio Valeri

  ECONOMIA INTERNAZIONALE
  --

red/ds

(fine)


MF-DJ NEWS
1519:30 dic 2017
 
19:3015-12-2017
Mercati: i dati macro italiani ed esteri della prossima settimana
   MILANO (MF-DJ)--Questi i dati macro-economici attesi per la prossima
settimana sulla base delle indicazioni della Direzione Centrale Studi e
Ricerche di Intesa Sanpaolo:
  LUNEDI' 18 DICEMBRE
  *GIAPPONE
   00h50 - bilancia commerciale
novembre
           (precedente: +285,4 mld yen;
            consenso: -54,9 mld
yen)
  *ITALIA
   10h00 - bilancia commerciale Ue ottobre
           (precedente:
+0,469 mld euro)
         - bilancia commerciale totale ottobre
           (precedente: +3,99 mld
euro)
  *EUROZONA
   11h00 - inflazione novembre finale
           (precedente:
+0,1% m/m, +1,4% a/a;
            preliminare: +0,1% m/m, +1,5% a/a;
            previsione: +0,1% m/m,
+1,5% a/a;
            consenso: +0,1% m/m, +1,5% a/a)
         - inflazione core novembre
finale
           (precedente: -0,1% m/m, +0,9% a/a;
            preliminare: +0,9% a/a;
     
previsione: +1,1% a/a;
            consenso: +0,9% a/a)
  *USA
   16h00 - indice
Nahb dicembre
           (precedente: 70 punti;
            consenso: 70 punti) 
  *Alle
11h00 è atteso il discorso di Padoan alla commissione parlamentare d'inchiesta sul sistema bancario
  *Alle 15h30 la Bce comunica l'ammontare di acquisti settimanali di
covered bond, Abs e titoli del settore pubblico e privato
  MARTEDI' 19 DICEMBRE
  *GERMANIA
   10h00 - indice Ifo dicembre
 
(precedente: 117,5 punti;
            previsione: 117,8 punti;
            consenso: 117,5
punti)
  *EUROZONA
   11h00 - costo lavoro 3* trimestre
           (precedente:
+1,8% t/t) 
  *USA
   14h30 - avvio cantieri nuove case novembre
          
(precedente: +13,7% a 1,29 mln unità;
            previsione: 1,28 mln unità;
            consenso: 1,23
mln unità)
         - permessi nuove costruzione novembre
           (precedente: +5,9% a 1,297 mln
unità;
            previsione: 1,3 mln unità;
            consenso: 1,275 mln
unità)
   14h55 - indice settimanale Redbook
           (precedente: -0,7% m/m, +3,2% a/a)
  *Alle 10h00 è atteso il discorso di Hansson (Bce)
  *Alle 10h30 è atteso il discorso di Visco (Bce) alla commissione parlamentare d'inchiesta sul sitema bancario
  *Alle 11h30 la Bce comunica l'ammontare di acquisti di Mro
  *Alle 15h00 è prevista la pubblicazione del bilancio consolidato della
Bce
  *Alle 19h10 è atteso il discorso di Kashkari (Fed)
  MERCOLEDI' 20 DICEMBRE
  *GERMANIA
   08h00 - prezzi produzione
novembre
           (precedente: +0,3% m/m, +2,7% a/a;
            consenso: +0,2% m/m, +2,6%
a/a)
  *EUROZONA
   10h00 - bilancia partite correnti ottobre
          
(precedente: 37,8 mld euro) 
  *USA
   13h00 - indice settimanale richieste mutui
 
(precedente: -2,3% a 398,8 punti)
   16h00 - vendite case esistenti novembre
          
(precedente: +2% a 5,48 mln unità;
            previsione: 5,55 mln unità;
            consenso: 5,52
mln unità)
   16h30 - scorte settimanali petrolio
           (precedente: -5,117 mln barili a
442,986 mln) 
  *Alle 09h30 è attesa la decisione sui tassi della Banca centrale svedese
  *Alle 15h00 è atteso il discorso di Angeloni (Bce) alla commissione parlamentare d'inchiesta sul sistema bancario
  GIOVEDI' 21 DICEMBRE
  *BOJ
         - annuncio tassi
          
(previsione: tasso a breve al -0,1% e tasso a 10 anni allo 0%)
  *FRANCIA
   09h45 - indice
fiducia imprese dicembre
           (precedente: 112 punti;
            previsione: 113
punti)
  *USA
   14h30 - richieste settimanali sussidi disoccupazione
          
(precedente: -11.000 a 225.000 unitá)
         - Pil 3* trimestre finale
           (precedente: +3,1%
a/a;
            preliminare: +3,3% a/a;
            previsione: +3,3% a/a;
           
consenso: +3% a/a)
         - indice Fed Filadelfia dicembre
           (precedente: 22,7
punti;
            previsione: 20 punti;
            consenso: 23 punti)
         - indice
Cfnai novembre
           (precedente: +0,65 punti)
   16h00 - superindice
novembre
           (precedente: +1,2% m/m;
            consenso: +0,3% m/m)
 
*EUROZONA
   16h00 - indice fiducia consumatori dicembre preliminare
           (precedente: +0,1
punti;
            previsione: -0,7 punti;
            consenso: 0 punti)
 
*USA
   16h30 - scorte settimanali gas naturale
           (precedente: -69 mld piedi cubi a 3.626 mld)
  *Elezioni regionali in Catalogna
  *Alle 07h30 è attesa la conferenza stampa di Kuroda (BoJ)
  VENERDI' 22 DICEMBRE
  @ I mercati inglesi resteranno chiusi nella sessione
pomeridiana
  *GERMANIA
   08h00 - indice fiducia consumatori Gfk gennaio
         
(precedente: 10,7 punti;
            consenso: 10,8 punti)
         - prezzi import novembre
 
(precedente: +0,6% m/m, +2,6% a/a)
  *FRANCIA
   08h45 - spesa consumatori
novembre
           (precedente: -1,9% m/m, -0,6% a/a;
            previsione: +0,9%
m/m)
  *ITALIA
   10h00 - indice fiducia consumatori dicembre
          
(precedente: 114,3 punti;
            previsione: 115 punti)
         - indice fiducia imprese
dicembre
           (precedente: 110,8 punti;
            previsione: 111,3 punti)
*GRAN BRETAGNA
   10h30 - Pil 3* trimestre finale
           (preliminare: +0,4% t/t, +1,5%
a/a;
            previsione: +0,4% t/t;
            consenso: +0,4% t/t)
 
*ITALIA
   11h00 - ordini all'industria ottobre
           (precedente: -3,9% m/m, +4,5% a/a)
- fatturato industriale ottobre
           (precedente: -1,2% m/m, +5,2% a/a)
   12h00 -
bilancia commerciale non Ue novembre
           (precedente: 4,55 mld euro)
  *USA
14h30 - ordini beni durevoli novembre preliminari
           (precedente: -0,8% m/m;
           
previsione: +2,8% m/m;
            consenso: +1,6% m/m)
         - ordini beni durevoli ex trasporti
novembre preliminari
           (precedente: +0,9% m/m;
            previsione: +0,8% m/m;
   
consenso: +0,4% m/m)
         - deflatore consumi novembre
           (precedente: +0,1% m/m, +1,6%
a/a;
            previsione: +1,8% a/a)
         - deflatore consumi core novembre
          
(precedente: +0,2% m/m, +1,4% a/a;
            previsione: +0,1% m/m, +1,5% a/a;
            consenso:
+0,2% m/m)
         - redditi personali novembre
           (precedente: +0,4% m/m;
          
previsione: +0,4% m/m;
            consenso: +0,4% m/m)
         - spese personali per consumi
novembre
           (precedente: +0,3% m/m;
            previsione: +0,4% m/m;
           
consenso: +0,3% m/m)
   16h00 - indice fiducia consumatori U.Michigan dicembre finale
       
(precedente: 98,5 punti;
            preliminare: 96,8 punti;
            previsione: 97,2
punti;
            consenso: 97 punti)
         - vendite nuove case novembre
          
(precedente: +6,2% a 685.000 unità;
            previsione: 670.000 unità;
            consenso: 649.000
unità) 
  *E' atteso il voto finale al Senato italiano sulla Legge di Bilancio

dan
davide.annarumma@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1519:30 dic 2017
 
18:3815-12-2017
Wall Street: nuovi record, Trump fiducioso su riforma fiscale
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street tratta in rialzo, con i listini che segnano un nuovo triplo record. 

"Passerá all'inizio della settimana prossima", ha affermato il presidente americano Donald Trump riferendosi alla riforma
fiscale. Oggi arriveranno i dettagli della legislazione, che verrá messo ai voti la settimana prossima. Se così fosse, e se
passerá, la riforma potrebbe diventare legge entro Natale.

Il senatore Marco Rubio ha minacciato, tuttavia, di non votare a favore del testo a meno che non sia piú generoso con il
credito di imposta che le persone con i redditi piú bassi possono chiedere per i figli. Anche un altro repubblicano, Mike
Lee, è indeciso, mentre un terzo, Tim Scott, sta ancora valutando.

Il Dow Jones sale dello 0,63% con record a 24.674,21 punti, l'S&P 500 dello 0,88% con nuovo massimo storico intraday a
2.675,91 punti e il Nasdaq Composite dell'1,03%, con massimo storico a 6,928,23 punti.

  L'attivitá dei leader repubblicani Usa prosegue per arrivare a un testo definitivo della riforma tributaria entro oggi.

Diversi dettagli sono ancora da definire, anche sulla base delle richieste dei senatori "marginali", che possono essere
cruciali per la maggioranza al Senato. In particolare al momento si sta cercando una soluzione per aumentare il credito
d'imposta per i figli, su cui spingono i senatori Rubio e Lee. Inoltre altri come Corker, Collins e Flake non si sono ancora
pronunciati in modo definitivo e la maggioranza rimane probabile, ma da consolidare.

"Il Senato potrebbe giá votare lunedì, ma la decisione sulle date dipende anche dalle condizioni di due senatori (McCain e
Cochran), che non hanno potuto votare questa settimana altri provvedimenti per motivi di salute. La Camera si riserva
flessibilitá sulle date. Lo scenario piú probabile è un'approvazione della riforma nella prima parte della settimana in
entrambe le camere, che poi dovranno tornare a votare sull'estensione della legge di spesa, che scade il 22 dicembre. Trump
potrebbe firmare la legge di riforma entro fine settimana", commentano gli economisti di Intesa Sanpaolo.

"Gli investitori brindano all'idea che gli utili aziendali saliranno visto che le aziende dovranno pagare meno tasse, ma
quello che sta veramente guidando i risultati societari è la crescita dell'economia mondiale", aggiunge Jason Ware di Albion
Financial.

Nel frattempo, sul fronte macroeconomico, l'indice Empire State Manufacturing elaborato dalla Fed di New York si è attestato
a 18 punti a dicembre da quota 19,4 di novembre, al di sotto del consenso degli economisti (18,6 punti). Il sotto-indice
relativo ai nuovi ordini si è attestato a 19,5, in calo rispetto a quota 20,7 di novembre, mentre quello sull'occupazione è
risultato pari a 5,1 punti dagli 11,5 del mese precedente. Infine il sotto-indice sui prezzi è salito a 11,6 punti dai 9,2
di novembre.

Infine la produzione industriale negli Usa è cresciuta dello 0,2% a livello mensile a novembre, deludendo le attese del
consenso (+0,4% m/m).
Il tasso di utilizzo degli impianti si è attestato al 77,1%, sotto il consenso degli economisti al 77,2%. Infine il dato
sulla produzione industriale di ottobre è stato rivisto al rialzo dal +0,9% al +1,2%.

Sul valutario il cambio euro/usd tratta a 1,1777 con minimo a 1,1761 e massimo a 1,1856, mentre sull'obbligazionario il
rendimento del Treasury biennale è in rialzo all'1,844% e quello del decennale al 2,368%.

dan/alb

(fine)


MF-DJ NEWS
1518:38 dic 2017
 
17:5315-12-2017
BORSA: commento di chiusura
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib ha chiuso la seduta con un -0,44% a 22.094 punti, con il comparto bancario
debole. 

A piazza Affari Banco Bpm -2,33%, Mediobanca -1,99%, Unicredit -1,88%, Bper -0,53%, Ubi B. -0,48% e Intesa Sanpaolo -0,21%. 

Al momento il trend del principale indice milanese resta laterale, con il supporto piu' importante posto a 22.000 punti. I
dati macroeconomici odierni non hanno avuto un particolare impatto sui listini europei: l'indice Empire State Manufacturing
elaborato dalla Fed di New York si è attestato a 18 punti a dicembre da quota 19,4 di novembre, al di sotto del consenso
degli economisti (18,6 punti). La produzione industriale negli Usa è cresciuta dello 0,2% m/m a novembre, deludendo le
attese del consenso (+0,4% m/m).  

A Milano in completa controtendenza Poste I. (+4,09% a 6,365 euro) grazie ai giudizi positivi che sono arrivati da parte
degli analisti dopo l'accordo con Cdp. Gli analisti di una primaria casa d'affari milanese hanno alzato la raccomandazione
sul titolo a outperform, portando il prezzo obiettivo da 6,8 a 7,2 euro. Gli esperti dichiarano che i termini del rinnovo
dell'accordo di distribuzione con Cdp sono superiori alle proprie attese e a quelle del consenso.

In positivo Mediaset (+1,23% a 3,284 euro). Secondo i rumors di stampa sarebbe pronto un accordo tra Mediaset e Telecom I.
sui contenuti, mentre le trattative per l'intesa con Vivendi su Premium sarebbero in fase avanzata. Telecom I. ha segnato un
+0,96% a 0,7335 euro. 

Sulla parità Snam (-0,05% a 4,076 euro) su cui Kepler Cheuvreux ha alzato la raccomandazione a buy da hold, con prezzo
obiettivo confermato a 4,5 euro.

In rosso invece S.Ferragamo (-6,29% a 21,15 euro) dopo l'annuncio del Profit warning. La societá ha infatti dichiarato
tramite una nota che non potrá confermare le stime di crescita attese per il 2017.

  Sul resto del listino si segnala Geox (-3,63% a 2,87 euro). Secondo un
analista il titolo paga il newsflow di settore negativo dopo i dati
deludenti sulle vendite di H&M.

  In positivo invece Falck R. (+3,48% a 1,697 euro) che prosegue il trend positivo delle ultime sedute.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1517:53 dic 2017
 
16:5615-12-2017
STORIE DI BORSA: Poste I. +3,52%, analisti apprezzano accordo Cdp
   MILANO (MF-DJ)--Poste I. brilla a piazza Affari con un rialzo del 3,52% a 6,33 euro dopo l'accordo con Cdp
concernente il servizio di raccolta del risparmio postale per il triennio 2018-2020. 

L'accordo è stato firmato dall'a.d. di Cdp, Fabio Gallia, e dall'amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del
Fante, presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze alla presenza del Ministro Pier Carlo Padoan. Secondo il nuovo
accordo, la remunerazione in favore di Poste sará collegata al raggiungimento di obiettivi annuali di raccolta netta. A
fronte del raggiungimento di tali obiettivi è prevista nel triennio 2018-2020 una remunerazione annua compresa tra 1,55 e
1,85 miliardi. 

"La durata dell'accordo è in linea con l'orizzonte temporale sia del piano industriale di Cdp sia del nuovo piano
industriale di Poste in corso di definizione e ne costituisce uno degli elementi cardine", hanno fatto notare le societá in
un comunicato congiunto. L'accordo prevede in
particolare una remunerazione mista commisurata in parte allo stock dei
prodotti del risparmio postale e in parte ai flussi annui di sottoscrizione dei buoni. Al 30 settembre risultavano 321
miliardi, di cui 212 in buoni e 109 depositati sui libretti, mentre c'erano circa 26
milioni di clienti totali possessori di libretti e buoni.

Gli analisti di una primaria casa d'affari milanese hanno alzato la raccomandazione su Poste I. a outperform e il prezzo
obiettivo a 7,2 da 6,8 euro. Gli analisti spiegano che i termini dell'accordo sono ben superiori rispetto alla proprie stime
e a quelle del consenso. Inoltre, proseguono gli esperti, il profilo di rischio/rendimento di Poste I. "e' migliorato
nettamente" e il business plan che il gruppo dovrebbe presentare nel primo trimestre del 2018 "dara' piu' visibilità sulla
strategia futura". 

Per Equita Sim, che conferma su Poste I. la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 7,6 euro, il rinnovo "dell'accordo
con Cdp sul risparmio postale conferma le capacitá di 'delivery' del nuovo Ceo su un elemento fondamentale dell'equity story
di Poste ed è un segnale positivo in vista del piano industriale (previsto nel primo trimestre 2018), in quanto elimina un
elemento di potenziale incertezza sui ricavi di gruppo". 

Kepler Cheuvreux (buy, Tp 7,5 euro) definisce il rinnovo dell'accordo "positivo". Il contratto, nota Kepler Cheuvreux, "è
molto importante per
entrambe le parti". Anche Mediobanca Securities resta positiva su Poste I. e conferma la raccomandazione outperform e il
prezzo obiettivo a 8 euro.

sda/pl

(fine)


MF-DJ NEWS
1516:56 dic 2017
 
16:4415-12-2017
WALL STREET: in rialzo con S&P record, Trump fiducioso su riforma fiscale
   MILANO (MF-DJ)--Wall Street tratta in rialzo con l'S&P 500 che ha registrato un nuovo record.

"Passerà all'inizio della settimana prossima", ha affermato il presidente americano Donald Trump riferendosi alla riforma
fiscale. Oggi arriveranno i dettagli della legislazione, che verrà messo ai voti la settimana prossima. Se così fosse, e se
passerà, la riforma potrebbe diventare legge entro Natale.

Il senatore Marco Rubio ha minacciato, tuttavia, di non votare a favore del testo a meno che non sia più generoso con il
credito di imposta che le persone con i redditi più bassi possono chiedere per i figli. Anche un altro repubblicano, Mike
Lee, è indeciso, mentre un terzo, Tim Scott, sta ancora valutando.

Il Dow Jones sale dello 0,53%, l'S&P 500 dello 0,64% con nuovo massimo storico intraday a 2.672,33 punti e il Nasdaq
Composite dello 0,53%.

  L'attivitá dei leader repubblicani Usa prosegue per arrivare a un testo definitivo della riforma tributaria entro oggi.
Diversi dettagli sono ancora da definire, anche sulla base delle richieste dei senatori "marginali", che possono essere
cruciali per la maggioranza al Senato. In particolare al momento si sta cercando una soluzione per aumentare il credito
d'imposta per i figli, su cui spingono i senatori Rubio e Lee. Inoltre altri come Corker, Collins e Flake non si sono ancora
pronunciati in modo definitivo e la maggioranza rimane probabile, ma da consolidare.

"Il Senato potrebbe giá votare lunedì, ma la decisione sulle date dipende anche dalle condizioni di due senatori (McCain e
Cochran), che non hanno potuto votare questa settimana altri provvedimenti per motivi di salute. La Camera si riserva
flessibilitá sulle date. Lo scenario piú probabile è un'approvazione della riforma nella prima parte della settimana in
entrambe le camere, che poi dovranno tornare a votare sull'estensione della legge di spesa, che scade il 22 dicembre. Trump
potrebbe firmare la legge di riforma entro fine settimana", commentano gli economisti di Intesa Sanpaolo.

"Gli investitori brindano all'idea che gli utili aziendali saliranno visto che le aziende dovranno pagare meno tasse, ma
quello che sta veramente guidando i risultati societari è la crescita dell'economia mondiale", aggiunge Jason Ware di Albion
Financial.

Nel frattempo, sul fronte macroeconomico, l'indice Empire State Manufacturing elaborato dalla Fed di New York si è attestato
a 18 punti a dicembre da quota 19,4 di novembre, al di sotto del consenso degli economisti (18,6 punti). Il sotto-indice
relativo ai nuovi ordini si è attestato a 19,5, in calo rispetto a quota 20,7 di novembre, mentre quello sull'occupazione è
risultato pari a 5,1 punti dagli 11,5 del mese precedente. Infine il sotto-indice sui prezzi è salito a 11,6 punti dai 9,2
di novembre.

Infine la produzione industriale negli Usa è cresciuta dello 0,2% a livello mensile a novembre, deludendo le attese del
consenso (+0,4% m/m).
Il tasso di utilizzo degli impianti si è attestato al 77,1%, sotto il consenso degli economisti al 77,2%. Infine il dato
sulla produzione industriale di ottobre è stato rivisto al rialzo dal +0,9% al +1,2%.

Sul valutario il cambio euro/usd tratta a 1,1778 con minimo a 1,1764 e massimo a 1,1812, mentre sull'obbligazionario il
rendimento del Treasury biennale è in rialzo all'1,844% e quello del decennale al 2,369%.

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1516:44 dic 2017
 
16:0315-12-2017
BORSA: Ftse Mib debole con banche, WS positiva
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib (-0,67% a 22.043 punti) continua a scambiare in calo nonostante l'apertura
positiva di Wall Street (Dow Jones +0,43%, S&P 500 +0,49%). 

Il principale indice milanese "è penalizzato dalle banche che dopo i guadagni fatti da inizio anno ora stanno soffrendo
l'aumento dello spread. Il Ftse Mib è nei pressi di un livello critico, ovvero il supporto di 22.000 punti, importante da
mantenere", spiega un gestore a MF-Dowjones. 

Sul fronte dei dati macroeconomici americani la produzione industriale negli Usa è cresciuta dello 0,2% a livello mensile a
novembre, deludendo le attese del consenso (+0,4% m/m). 

A Milano in controtendenza Poste I. (+3,03%) e Mediaset (+1,6%) su cui si intensificano i rumors di stampa relativi agli
accordi con Telecom I. sui contenuti e con Vivendi su Premium. Telecom I. segna un -0,07%.

Le banche restano deboli: Banco Bpm -2,71%, Mediobanca -1,83%, Intesa Sanpaolo -1,35%, Unicredit -1,22%, Bper -0,19% e Ubi
B. invariata a 3,718 euro. 

Sul resto del listino si segnala Geox (-5,1% a 2,826 euro). Secondo un analista il titolo paga il newsflow di settore
negativo dopo i dati deludenti sulle vendite di H&M.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1516:03 dic 2017
 
15:4515-12-2017
Wall Street: in rialzo, occhi puntati su riforma fiscale
   MILANO (MF-DJ)--Apertura in rialzo a Wall Street con il dollaro che resta però debole dopo la nuova
battuta di arresto riguardo l'approvazione della riforma fiscale. Il senatore repubblicano della Florida, Marco Rubio, ha
infatti annunciato che voterá contro l'ultima versione del testo se non saranno inserite deduzioni piú generose per i figli.

Il Dow Jones sale dello 0,48%, l'S&P 500 dello 0,47% e il Nasdaq Composite dello 0,26%. Bene anche i prezzi del petrolio
che avanzano dello 0,4%.

Comunque sia l'attivitá dei leader repubblicani Usa prosegue per arrivare a un testo definitivo della riforma tributaria
entro oggi.
Diversi dettagli sono ancora da definire, anche sulla base delle richieste dei senatori "marginali", che possono essere
cruciali per la maggioranza al Senato. In particolare al momento si sta cercando una soluzione per aumentare il credito
d'imposta per i figli, su cui spingono i senatori Rubio e Lee. Inoltre altri come Corker, Collins e Flake non si sono ancora
pronunciati in modo definitivo e la maggioranza rimane probabile, ma da consolidare.

"Il Senato potrebbe giá votare lunedì, ma la decisione sulle date dipende anche dalle condizioni di due senatori (McCain e
Cochran), che non hanno potuto votare questa settimana altri provvedimenti per motivi di salute. La Camera si riserva
flessibilitá sulle date. Lo scenario piú probabile è un'approvazione della riforma nella prima parte della settimana in
entrambe le camere, che poi dovranno tornare a votare sull'estensione della legge di spesa, che scade il 22 dicembre. Trump
potrebbe firmare la legge di riforma entro fine settimana", commentano gli economisti di Intesa Sanpaolo.

"Gli investitori brindano all'idea che gli utili aziendali saliranno visto che le aziende dovranno pagare meno tasse, ma
quello che sta veramente guidando i risultati societari è la crescita dell'economia mondiale", aggiunge Jason Ware di Albion
Financial.

Nel frattempo, sul fronte macroeconomico, l'indice Empire State Manufacturing elaborato dalla Fed di New York si è attestato
a 18 punti a dicembre da quota 19,4 di novembre, al di sotto del consenso degli economisti (18,6 punti). Il sotto-indice
relativo ai nuovi ordini si è attestato a 19,5, in calo rispetto a quota 20,7 di novembre, mentre quello sull'occupazione è
risultato pari a 5,1 punti dagli 11,5 del mese precedente. Infine il sotto-indice sui prezzi è salito a 11,6 punti dai 9,2
di novembre.

Infine la produzione industriale negli Usa è cresciuta dello 0,2% a livello mensile a novembre, deludendo le attese del
consenso (+0,4% m/m). Il tasso di utilizzo degli impianti si è attestato al 77,1%, sotto il consenso degli economisti al
77,2%. Infine il dato sulla produzione industriale di ottobre è stato rivisto al rialzo dal +0,9% al +1,2%.

Sul valutario il cambio euro/usd tratta a 1,1786 con minimo a 1,1764 e massimo a 1,1812, mentre sull'obbligazionario il
rendimento del Treasury biennale è in rialzo all'1,852% e quello del decennale al 2,363%.

alb
alberto.chimenti@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1515:45 dic 2017
 
14:5915-12-2017
BORSA: p.Affari in lieve calo, Poste/Mediaset in positivo
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib continua a scambiare in calo e segna un -0,38% a 22.108 punti e non reagisce
alla pubblicazione dell'indice Empire State Manufacturing di dicembre che si è attestato a 18 da 19,4 punti di novembre. 

"Il dato Usa non ha avuto alcun impatto sul mercato. Attendiamo ora la produzione industriale di novembre", afferma un
esperto a MF-Dowjones, aggiungendo che "il focus resta sulla riforma fiscale Usa". 

  A Milano in luce Poste I. (+3,11% a 6,305 euro) su cui gli analisti di
una primaria casa d'affari milanese hanno alzato la raccomandazione a
outperform, portando il prezzo obiettivo da 6,8 a 7,2 euro. Gli analisti pensano che i termini del rinnovo dell'accordo di
distribuzione con Cdp siano superiori alle proprie attese e a quelle del consenso. 

Acquisti su Mediaset (+2,03% a 3,31 euro). La societá e Vivendi, commentano gli analisti di una primaria casa d'affari,
sembrano sempre piú vicine a un accordo. Secondo la stampa l'intesa tra Mediaset e Telecom I. (-0,41%) sui contenuti
potrebbe arrivare entro il fine settimana. 

Bene anche Snam (+0,39% a 4,094 euro) su cui Kepler Cheuvreux ha alzato la raccomandazione a buy da hold, con prezzo
obiettivo confermato a 4,5
euro.

Tra i bancari Banco Bpm -2,64%, Mediobanca -1,62%, Unicredit -1,4%, Intesa Sanpaolo -1,21% e Ubi B. -0,32%. In progresso
solo Bper (+0,29%).

  Sul resto del listino si segnala Falck R. (+3,41% a 1,696 euro) che prosegue il trend positivo delle ultime sedute.

sda

(fine)


MF-DJ NEWS
1514:59 dic 2017
 
14:3815-12-2017
STORIE DI BORSA: Ferragamo -7,35%, non raggiungerá target piano
   MILANO (MF-DJ)--S.Ferragamo lascia sul terreno il 7,35% a 20,9 euro
(minimo di giornata 20,42 euro) dopo l'annuncio del Profit warning.

La societá ha infatti dichiarato tramite una nota che non potrá confermare le stime di crescita attese per il 2017. Il Cda
nell'ambito delle valutazioni effettuate sui programmi di sviluppo della societá e sull'importante piano di investimenti in
marketing e IT, presentati dal management per il rilancio della brand e per l'ottimizzazione dei processi commerciali,
produttivi e logistici del gruppo, ha preso atto di un prolungamento all'esercizio 2018 della fase di transizione che ha
caratterizzato il 2017 e dei relativi riflessi sulle ambizioni di medio periodo enunciate nella comunicazione al mercato del
3 febbraio 2017 che ha ritenuto di non poter confermare in quanto piú difficilmente perseguibili.

Mediobanca Securities (neutral, Tp 22 euro) si aspettava una reazione negativa del titolo in Borsa dopo la notizia. Gli
analisti vedono un rischio di ribasso sia sulle proprie stime che su quelle del consenso.

Banca Akros ha ridotto la raccomandazione su S.Ferragamo da accumulate a neutral, con prezzo obiettivo che passa da 24,7 a
23 euro. "Pur se crediamo nel forte potere del marchio e pensiamo che, una volta che la ristrutturazione giungerá alla fine,
la societá potrebbe crescere almeno quanto il mercato, riteniamo che serva un lavoro efficace per ricostruire la
credibilitá", spiegano gli analisti.

Kepler Cheuvreux ha invece abbassato il target price del titolo da 22 a 20,5 euro, confermando la raccomandazione hold.
"L'ulteriore ritardo nella ristrutturazione (con utili piatti nel 2018 nel migliore dei casi) ci obbliga a tagliare del 16%
le stime" di Eps 2018, "che erano giá del 10% sotto il consenso", spiegano gli analisti.

Raymond James al momento mantiene la raccomandazione market perform sul titolo ma allo stesso tempo dichiara che rivedrá il
proprio modello di valutazione nei prossimi giorni. Gli analisti aspettano infatti di "parlare con il management per
valutare meglio quanto sará difficile il 2018 in termini di fatturato e margini. Siamo preoccupati per Ferragamo in un
momento in cui alcuni grandi player stanno guadagnando quote di mercato significative".

Equita Sim (hold, Tp 20,7 euro) sottolinea appunto che "la societá, in un breve comunicato peraltro privo di indicazioni
numeriche, ha espresso cautela sia sul 2018 che sugli obiettivi di medio termine. In particolare, per il 2018, il comunicato
ribadisce ufficialmente il messaggio affiorato nell'ultima call di un anno ancora difficile, con 'il prolungamento della
fase di transizione che ha caratterizzato il 2017'. Le nostre stime di Ebitda, pur di un 4% sotto il consensus, vedono una
crescita del 4%, rispetto al -20% atteso sul 2017, con un'ipotesi di crescita delle vendite a paritá di negozi del +3%,
scenario in effetti generoso rispetto alla velocitá di uscita del 2017 (che stimiamo in calo a media singola cifra sulle
vendite primary channel)".

  "Per il medio termine, la societá ritiene di non poter confermare gli
obiettivi indicati nel piano dello scorso febbraio (crescita di fatturato
doppia rispetto al mercato, quindi tasso composto medio annuo di crescita
del 6/8%, ed Ebitda margin in miglioramento). Anche le nostre stime 2019
sono inferiori al consensus (Ebitda 7% sotto) e comunque anche in questo
caso generose (Ebitda +10%). Queste indicazioni", spiega Equita,
"confermano certamente la necessitá di un taglio del consensus, come giá
implicito nelle nostre attese, ma non escludiamo la necessitá di
aggiustamenti al ribasso anche per il nostro modello. Sulle nostre stime
attuali, il titolo tratta tra l'altro giá a premio sui peer al 2019 (23
volte il PE rispetto alle 21,4 volte dei peer). In via preliminare
ipotizziamo di dover tagliare l'Ebitda 2018 del 6-8% e l'utile
proporzionalmente. Questo porterebbe il titolo a trattare a 29 volte il
P/E 2018 e 25-26 volte il P/E 2019".

sda/pl

(fine)


MF-DJ NEWS
1514:38 dic 2017
 
12:4515-12-2017
BORSA: Milano resta in calo, Poste I. in controtendenza
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib cede lo 0,64% a 22.050 punti e si porta molto vicino al supporto dei 22.000
punti.

Nonostante la recente debolezza dell'azionario, Danske Bank in un report sulla strategia dichiara che l'economia è forte e
l'espansione a livello globale dovrebbe continuare nei prossimi anni. Il contesto di crescita, inflazione invariata e pochi
rischi nel breve periodo è positivo per gli asset rischiosi come l'azionario, spiegano gli analisti, che alla luce di questo
ragionamento restano positivi sull'equity. 

A piazza Affari in controtendenza Poste I. (+2,62%) che ha ricevuto una promozione a outperform dagli analisti di una
primaria casa d'affari milanese. 

Bene anche Moncler (+0,58%), Enel (+0,5%) e Mediaset (+0,55%) in scia alle indiscrezioni di stampa secondo le quali entro il
fine settimana potrebbe essere chiuso l'accordo commerciale tra Mediaset e Telecom I. (-0,41%) sui contenuti. Il negoziato
tra Mediaset e Vivendi su Premium sarebbe inoltre in fase avanzata sempre secondo la stampa.  

S.Ferragamo (-6,73%) continua a essere penalizzata dal fatto che il gruppo non potrá confermare le stime di crescita attese
per il 2017. 

Le banche restano deboli: Banco Bpm -2,02%, Mediobanca -1,99%, Intesa Sanpaolo -1,71%, Unicredit -1,28%, Ubi B. -0,54% e
Bper -0,1%. 

Sul resto del listino si segnala Astaldi (-4,35% a 2,024 euro). L'assemblea dei soci del gruppo ha approvato l'aumento del
capitale sociale per un importo complessivo massimo di nominali 35.706.998 euro da liberarsi in una o piú volte mediante
emissione di massime 17.853.499 azioni ordinarie da porre ad esclusivo servizio del prestito obbligazionario equity-linked
deliberato dal Consiglio di Amministrazione in data 13 giugno e collocato integralmente per 140 milioni presso investitori
qualificati in data 14 giugno.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1512:45 dic 2017
 
16:5315-12-2017
MARKET TALK: Vinci riceverà impulso da Grand Paris Express
   MILANO (MF-DJ)--Vinci, colosso francese delle costruzioni e delle concessioni, riceverà nei prossimi anni
una spinta positiva dal progetto di espansione della metropolitana di Parigi, il Grand Paris Express. A dirlo sono gli
analisti di Bryan Garnier. Nonostante gli analisti siano positivi sul business delle concessioni e dei progetti del gruppo
come contractor, non vedono quali siano i margini di miglioramento dopo la solida performance di quest'anno. Per questo
hanno mantenuto il rating sul titolo a "neutral".

red/est/fco

(fine)


MF-DJ NEWS
1516:53 dic 2017
 
10:4715-12-2017
BORSA: Ftse Mib resta in trend laterale, banche deboli
   MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib cede lo 0,46% a 22.090 punti.

Il principale indice milanese "sta gia' scontando nelle ultime sedute parte del rischio politico legato alle elezioni
italiane. In generale, il Ftse Mib continua a scambiare in fase laterale", spiega uno strategist interpellato da
MF-Dowjones, aggiungendo comunque che "la riforma fiscale Usa resta un forte catalizzatore per i listini. Attendiamo quindi
notizie su questo fronte".

A piazza Affari in rosso S.Ferragamo (-7,53% a 20,87 euro) dopo l'annuncio del Profit warning. La societá ha infatti
dichiarato tramite una nota che non potrá confermare le stime di crescita attese per il 2017.

Deboli anche le banche: Banco Bpm -1,63%, Mediobanca -1,21%, Unicredit -1,15%, Intesa Sanpaolo -1% e Ubi B. -0,91%. In
positivo solo Bper (+0,96%).

In controtendenza Poste I. (+1,72% a 6,22 euro) su cui gli analisti di una primaria casa d'affari milanese hanno alzato la
raccomandazione a outperform, portando il prezzo obiettivo da 6,8 a 7,2 euro.

  Acquisti anche sul settore delle utility: Snam +1,08%, Enel +0,94%, A2A +0,83% e Terna +0,3%.

sda
susanna.scotto@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1510:47 dic 2017
 
10:2915-12-2017
STORIE DI BORSA: S.Ferragamo -8,24% dopo Profit warning
   MILANO (MF-DJ)--S.Ferragamo lascia sul terreno l'8,24% a 20,71 euro (minimo di giornata 20,42 euro) dopo
l'annuncio del Profit warning. 

La società ha infatti dichiarato tramite una nota che non potrá confermare le stime di crescita attese per il 2017. Il Cda
nell'ambito
delle valutazioni effettuate sui programmi di sviluppo della società e sull'importante piano di investimenti in marketing e
IT, presentati dal management per il rilancio della brand e per l'ottimizzazione dei processi commerciali, produttivi e
logistici del gruppo, ha preso atto di un prolungamento all'esercizio 2018 della fase di transizione che ha caratterizzato
il 2017 e dei relativi riflessi sulle ambizioni di medio periodo enunciate nella comunicazione al mercato del 3 febbraio
2017 che ha ritenuto di non poter confermare in quanto più difficilmente perseguibili.

Banca Akros ha ridotto la raccomandazione su S.Ferragamo da accumulate a neutral, con prezzo obiettivo che passa da 24,7 a
23 euro. "Pur se crediamo nel forte potere del marchio e pensiamo che, una volta che la ristrutturazione giungerá alla fine,
la societá potrebbe crescere almeno quanto il mercato, riteniamo che serva un lavoro efficace per ricostruire la
credibilitá", spiegano gli analisti.

Raymond James al momento mantiene la raccomandazione market perform sul titolo ma allo stesso tempo dichiara che rivedrá il
proprio modello di valutazione nei prossimi giorni. Gli analisti aspettano infatti di "parlare con il management per
valutare meglio quanto sará difficile il 2018 in termini di fatturato e margini. Siamo preoccupati per Ferragamo in un
momento in cui alcuni grandi player stanno guadagnando quote di mercato significative".

Equita Sim (hold, Tp 20,7 euro) sottolinea appunto che "la societá, in un breve comunicato peraltro privo di indicazioni
numeriche, ha espresso cautela sia sul 2018 che sugli obiettivi di medio termine. In particolare, per il 2018, il comunicato
ribadisce ufficialmente il messaggio affiorato nell'ultima call di un anno ancora difficile, con 'il prolungamento della
fase di transizione che ha caratterizzato il 2017'. Le nostre stime di Ebitda, pur di un 4% sotto il consensus, vedono una
crescita del 4%, rispetto al -20% atteso sul 2017, con un'ipotesi di crescita delle vendite a paritá di negozi del +3%,
scenario in effetti generoso rispetto alla velocitá di uscita del 2017 (che stimiamo in calo a media singola cifra sulle
vendite primary channel)". 

"Per il medio termine, la societá ritiene di non poter confermare gli obiettivi indicati nel piano dello scorso febbraio
(crescita di fatturato doppia rispetto al mercato, quindi tasso composto medio annuo di crescita del 6/8%, ed Ebitda margin
in miglioramento). Anche le nostre stime 2019 sono inferiori al consensus (Ebitda 7% sotto) e comunque anche in questo caso
generose (Ebitda +10%). Queste indicazioni", spiega Equita, "confermano certamente la necessitá di un taglio del consensus,
come giá implicito nelle nostre attese, ma non escludiamo la necessitá di aggiustamenti al ribasso anche per il nostro
modello. Sulle nostre stime attuali, il titolo tratta tra l'altro giá a premio sui peer al 2019 (23 volte il PE rispetto
alle 21,4 volte dei peer). In via preliminare ipotizziamo di dover tagliare l'Ebitda 2018 del 6-8% e l'utile
proporzionalmente. Questo porterebbe il titolo a trattare a 29 volte il
P/E 2018 e 25-26 volte il P/E 2019".

sda/pl

(fine)


MF-DJ NEWS
1510:29 dic 2017
 
10:5515-12-2017
MARKET TALK: deal Deutsche Telekom/Tele2 non smuoverà mercato bond
   MILANO (MF-DJ)--La decisione di T-Mobile Netherlands di acquisire Tele2 Netherlands per 190 milioni di
euro in cash e il 25% della nuova società non dovrebbe impattare in maniera consistente sui bond di Deutsche Telekom o del
competitor olandese Kpn, per il momento. A dirlo sono alcuni analisti di Ing. Il deal, infatti, non rappresenta una
sorpresa. Nonostante la nuova società sarà molto competitiva, è comunque destinata ad essere al "terzo posto" in Olanda,
dietro Kpn e VodafoneZiggo, aggiungono gli analisti. Il mercato dei bond ne rimarrà illeso, dato che i bond denominati in
euro e sterline di Deutsche Telekom e Kpn non hanno riportato grosse variazioni in mattinata, secondo quanto riscontrato da
Tradeweb.

red/est/ilr

(fine)


MF-DJ NEWS
1510:55 dic 2017
 
09:2915-12-2017
MARKET TALK: attesa volatilità su mercati per giorno delle 4 streghe
   MILANO (MF-DJ)--Oggi è il cosiddetto "giorno delle quattro streghe", con la scadenza tecnica contemporanea
di quattro contratti sui derivati, motivo per cui la seduta sui mercati potrebbe essere caratterizzata da un grado
abbastanza elevato di volatilità. Lo afferma uno strategist di Ig, sottolineando inoltre che l'incertezza mostrata ieri da
Wall Street manterrà gli investitori particolarmente cauti anche sulle Borse europee, che nel frattempo hanno aperto in
territorio negativo.

fpc
francesco.pucci@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1509:29 dic 2017
 
09:2315-12-2017
BORSA: Ftse Mib -0,57%, forti vendite su S.Ferragamo
   MILANO (MF-DJ)--Partenza in calo per l'azionario europeo, con il Ftse Mib che perde lo 0,57% a 22.064
punti e il Dax lo 0,33%.

Tonfo a piazza Affari per S.Ferragamo (-7,22%), dopo che la societa' ha reso noto che non conferma i target di crescita
2017.

  Positive invece le utility: Snam +1,23%, Enel +0,66%, Terna +0,2%, A2A +0,1%.

pl
paola.longo@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1509:23 dic 2017
 
09:1015-12-2017
MARKET TALK: attesa ancora debolezza Borse Usa in seduta odierna
   MILANO (MF-DJ)--Le Borse statunitensi dovrebbero mostrare ancora un po' di debolezza nel corso della
seduta odierna, dopo la peggior performance dell'ultimo mese fatta registrare nella giornata di ieri. Lo afferma uno
strategist di Ig, sottolineando che l'incertezza riguardante la riforma fiscale in esame al Congresso Usa tornerà a dominare
la scena. Infatti, prosegue l'esperto, nonostante sia stato trovato un accordo su un testo unico tra Camera e Senato,
permangono contrasti soprattutto sul credito d'imposta per le famiglie con figli, con due senatori repubblicani che hanno
dichiarato che potrebbero non votare la legge così com'è attualmente. Tuttavia, conclude l'analista, le probabilità che la
riforma salti a causa di questa clausola sono molto limitate e si prevede che l'approvazione definitiva possa arrivare entro
Natale.

fpc
francesco.pucci@mfdowjones.it
(fine)


MF-DJ NEWS
1509:10 dic 2017
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Banca Euromobiliare per rimanere sempre al passo con le novità.


Ogni mese sarai aggiornato sulle news più recenti, sugli eventi più esclusivi, sui convegni più importanti e su molto altro.

Prossimi eventi

Banca Euromobiliare è una realtà sempre in movimento. Scopri gli eventi organizzati o sponsorizzati per non perderti nessun avvenimento.

<dicembre 2017>
lmmgvsd
27282930123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
1234567
  • mexico_01_hp
    culturale_w
    12
  • mexico_02_hp
    culturale_w
    14
12 dicembre 2017 - ore 18:00
Mexico – La mostra sospesa
Evento culturale

In esposizione 68 opere tra le più significative della pittura muralista messicana...


> Vai all’evento

Palazzo Fava - via Manzoni, 2 - 40121 Bologna
14 dicembre 2017 - ore 18:00
Mexico – La mostra sospesa
Evento culturale

In esposizione 68 opere tra le più significative della pittura muralista messicana...


> Vai all’evento

Palazzo Fava - via Manzoni 2, - 40121, Bologna
Credem: rating Moody’s
14 dicembre 2017

Confermati i rating in data 29.11.2017...

Credem, risultati al 30.9.2017
13 novembre 2017

Utile netto +42,1%, CET1 ratio 13,37%

Advisor di Viscolube
20 settembre 2017

Viscolube, società leader in Italia nella rigenerazione di oli...

Scopri tutte
le ultime news
da Banca Euromobiliare

schermata 2017 11 20 alle 11.40.59
Piani individuali di risparmio
schermata 2017 10 09 alle 15.51.03
La riforma fiscale USA
schermata 2017 09 06 alle 10.38.23
Tensione USA - Corea del Nord: quale scenario sui mercati?

Il nostro
canale di
informazione
e notizie

Un canale multimediale dedicato alle notizie di Banca Euromobiliare.

Una raccolta video di eventi e novità raccontate da Banca Euromobiliare.

Consulenza Finanziaria Evoluta

Attività di ricerca, education finanziaria ed un servizio accurato offerto
dai migliori gestori della relazione
ed asset manager internazionali.

Servizio di Gestione Patrimoniale

Soluzioni d’investimento personalizzate
e di alta qualità. Costruite con una specifica attenzione al rapporto tra rischi e benefici.

TG Economia
Chiusura in calo a Piazza Affari
Vendite sul comparto bancario

Banca Euromobiliare è una
boutique finanziaria specializzata
nella gestione degli investimenti
e nell'advisory.

"Professionalità ed esperienza sono valori imprescindibili
del nostro modello di servizio.
Ricerchiamo l'eccellenza nella gestione dei patrimoni privati
e delle attività finanziarie per l'impresa."